Alzheimer: i sintomi a cui prestare attenzione

La malattia di Alzheimer è una patologia il cui esordio è lento e progressivo. Si tratta della forma più comune di demenza che nella fase finale interferisce con le attività quotidiane.

Nel 2005 l’American Alzheimer Association ha pubblicato alcuni campanelli di allarme per la malattia di Alzheimer:

 

  1. Vuoti di memoria

Uno dei segnali più comuni del morbo di Alzheimer è la perdita di memoria, soprattutto il dimenticare informazioni apprese di recente. Inoltre si possono dimenticare date o eventi importanti, si chiedono le stesse informazioni più volte; vi è un sempre maggiore bisogno di ricorrere a strumenti di ausilio alla memoria (ad esempio, note di promemoria o dispositivi elettronici) o su membri della famiglia per cose che si era soliti gestire in proprio. Spesso sono proprio i familiari a far notare questi vuoti di memoria.

 

  1. Difficoltà nella vita quotidiana

Un malato di Alzheimer potrebbe preparare un pasto e non solo dimenticare di servirlo, ma anche scordare di averlo cucinato. I pazienti possono dimenticare le regole del gioco preferito o la ricetta più cucinata. Possono manifestarsi difficoltà di concentrazione e i malati impiegano molto più tempo di prima per fare le cose.

 

  1. Problemi a trovare le parole

Le persone con Alzheimer possono avere difficoltà a seguire o a partecipare ad una conversazione, ripetendo cose appena dette o non sapendo cosa dire. Può capitare di non ricordare le parole e utilizzare parole improprie al loro posto, rendendo difficile capire cosa vogliano dire.

 

disorientamento, alzheimer, anziani, ricordi, demenza senile

  1. Disorientamento temporale e spaziale

La persona con Alzheimer può perdere il senso del tempo confondendo la data, l’ora, le stagioni. Possono non sapere più dove sono, perché sono in un determinato posto o come ci sono arrivati.

  1. Non trovare le cose

A chiunque può capitare di lasciare le chiavi in un cassetto diverso da quello che si usa tutti i giorni, ma un malato di Alzheimer potrebbe arrivare a mettere un ferro da stiro nel frigorifero, un anello nel barattolo della farina e non ricordarsi assolutamente come siano finiti là. A volte, non trovando più gli oggetti, possono accusare altri di averli rubati.

 

  1. Difficoltà visuospaziali

In alcuni casi possono esserci problemi di rappresentazione visiva, ad esempio potrebbero avere difficoltà nella lettura, nel giudicare le giuste distanze.

 

  1. Ridotta capacità di giudizio

Capita alle persone con Alzheimer di avere capacità di giudizio alterate. Questo potrebbe manifestarsi con il vestirsi in modo inappropriato, ad esempio andare a fare la spesa in accappatoio. Oppure potrebbero avere difficoltà a maneggiare i soldi, ad esempio lasciando ad un cameriere una mancia molto elevata. Possono non prestare attenzione alla cura della casa o della persona.

 

  1. Ritiro sociale e professionale

Chi soffre di Alzheimer tende ad evitare le attività che svolgeva prima della malattia. Evita di andare a lavoro e i rapporti sociali a causa delle difficoltà che può sentire di avere.

 

  1. Cambiamenti d’umore

L’umore delle persone che soffrono del morbo di Alzheimer può cambiare nel corso della malattia.  Possono diventare confusi, depressi, sospettosi e facilmente suscettibili anche per il fatto che spesso non vengono capiti o non sanno come esprimere ciò di cui hanno bisogno

 

Se doveste riscontrare in un familiare alcuni di questi sintomi è bene contattare il vostro medico.

Per qualsiasi informazione siamo disponibili all’indirizzo: info@tieniamente.it.

Dott.ssa Noemi Guasco

 

Lo sai che settembre è il mese dedicato alla Consapevolezza sull’Alzheimer? Consulta la pagina FACEBOOK per sapere di più sulle nostre iniziative.
Seguici e metti Mi Piace:

Ti è piaciuto questo post? Condividilo con i tuoi amici :)