venerdì, Giugno 21, 2024
AnzianiAnzianiDemenzaDisabilitàIntegrazione socialeStimolazione cognitivaTutte

Teniamoci Attivi – Laboratorio autonomie e demenza: fare la valigia insieme

Partire per le vacanze: facciamo la valigia insieme

Per il laboratorio sulle autonomie di “Teniamoci attivi”, dedicato alle persone con demenza, abbiamo scelto di fare la valigia per prepararsi alle vacanze estive e prendere finalmente una boccata di spensieratezza dall’isolamento al quale tutti noi siamo stati sottoposti. Ma è una valigia che sebbene ci terrà lontani per questi mesi estivi, tornerà a casa e ci permetterà di stare di nuovo insieme al vostro ritorno.

Una valigia carica di ricordi

Fare la valigia delle vacanze rappresenta per una persona con demenza un valido allenamento per mantenere le proprie autonomie. Inoltre può essere anche un momento di condivisione con la propria famiglia. Parlare della meta da raggiungere (i proprio figli lontani, un luogo di vacanze che si frequenta da molti anni, fare visita ai parenti) può veicolare tanti ricordi felici della giovinezza del vostro caro. Le vacanze passate insieme, i luoghi che in passato hanno visitato, e dunque una semplice valigia diventa veicolo di relazione e condivisione. Inoltre, ricordare i propri viaggi e le proprie vacanze è un’ottima occasione per innalzare l’umore del vostro caro, poiché sicuramente saranno ricordi felici.

Fare la valigia in modo semplice

Fare la valigia è un’attività complessa che si può facilitare attraverso alcuni accorgimenti. Ecco quali:

  • Realizzare una lista in categorie specifiche, con caratteri grandi e ben divise tra loro, è utile per non creare confusione e per ricordare ciò di cui si ha bisogno.

In questo modo, il vostro caro con demenza può decidere in autonomia quali e quante magliette portare a seconda della permanenza e del gusto personale, scegliendole tra quelle riposte nell’armadio.

  • Leggere una categoria per volta permette al vostro caro di mantenere la concentrazione e riuscire più facilmente a preparare tutta la valigia. Una volta preso l’oggetto, cancellarlo dalla lista permette al vostro caro con demenza di sapere quale sia il prossimo da prendere.
  • Se il vostro caro ha difficoltà motorie e dunque non riesce a piegare determinati indumenti come i pantaloni, è possibile arrotolarli. In questo modo, il vostro caro compirà in autonomia anche questo passaggio, evitando la frustrazione e sentendosi competente.
  • Come ultimo passaggio, chiedere di riporre le cose all’interno della valigia in modo ordinato (nelle tasche più piccole mettere la biancheria e nel resto della valigia tutti gli altri vestiti) permette al vostro caro di terminare e chiudere la valigia.
Prepararsi per le vacanze allenando la mente

Nella concitazione della partenza, molte volte non mettiamo in valigia qualcosa di essenziale, al quale magari non avevamo pensato al momento della partenza. Questo può accadere anche al vostro caro con demenza, per questo motivo è utile fare una lista di cose che serviranno per la vacanza.

In particolare, stilare una lista con delle categorie prestabilite è utile per allenare memoria attraverso la “categorizzazione”. La categorizzazione infatti è una delle strategie che vengono usate per favorire il recupero delle informazioni.

Inoltre, questa attività permette di allenare altre funzioni come l’attenzione (attenzione selettiva e attenzione sostenuta), la programmazione e il monitoraggio.

L’attenzione selettiva può essere come definita come la capacità di concentrarsi su determinati stimoli, tralasciandone altri che possono risultare distraenti ed emerge quando il vostro caro con demenza deve scegliere determinati vestiti tra gli altri collocati sul letto (ad esempio, prendere una maglia collocata in mezzo a tutti altri oggetti).

L’attenzione sostenuta può essere definita come la capacità di focalizzarsi su un compito per lungo tempo. Ad esempio, mantenere una buona attenzione per tutta la preparazione della valigia.

Per programmazione si intende la capacità di ordinare sequenze di azioni (ad esempio, poggiare i vestiti sul letto e poi metterli in valigia), e per monitoraggio la capacità di controllare continuamente ciò che stiamo facendo ed evitare errori.

La valigia è pronta! Buone vacanze da tutti noi della TAM, ci riabbracceremo presto!

Dottoresse in Psicologia:
Dott.ssa Sabrina De Filippis
Dott.ssa Rosamaria Satriano.

Psicologa: Dott.ssa Marina Dei


Seguici sui nostri social