mercoledì, Maggio 22, 2024
AnzianiDemenzaDisabilitàIntegrazione socialeTutte

Teniamoci Attivi – Attività creativa e demenza: Decoupage e stagioni

Demenza e attività sulle stagioni

Osservando la natura possiamo capire i nostri cicli vitali. Quindi, la persona con demenza può rendersi conto, grazie all’attività di decoupage sulle stagioni, che come in natura esistono cicli stagionali, anche il nostro corpo, vive secondo dei ritmi diversi. Questo in base al periodo dell’anno in cui si trova. La stagione è un mutamento della natura. Essa è una trasformazione, un ritmo che cambia. Non può essere differente per il nostro organismo. Infatti quest’ultimo deve adeguare il proprio ritmo al cambiamento esterno, attivando le energie indispensabili per sopravvivere. Inoltre deve entrare in armonia con questa nuova situazione.

Creare pannelli temporali per ogni stagione!

Le quattro stagioni rappresentano l’argomento centrale dell’attività creativa  di decoupage proposta oggi nel nostro programma Teniamoci Attivi pensato per le persone con demenza. Possiamo creare dei “pannelli temporali” in forma di collage utilizzando tutti i riferimenti di ogni stagione che si riescono a trovare. Si possono ritagliare da giornali, libri, opuscoli, riviste e altro materiale a disposizione. Pertanto può essere un modo carino e divertente per coinvolgere l’intera famiglia. Infatti, si possono scegliere insieme le immagini relative alle diverse stagioni. Qualora ci siano difficoltà motorie, si può aiutare il proprio caro a ritagliare o incollare i vari pezzi sul foglio per creare la composizione. Per evitare di generare confusione, si possono disporre le immagini in ordine su quattro fogli ciascuno dei quali rappresenta una specifica stagione.

L’attività può proseguire anche creando uno spazio di dialogo su ciascuna stagione. In modo tale da rievocare ricordi autobiografici, cibi caratteristici, festività o usanze e tradizioni, odori, sapori. Ma anche descrivere le varie stagioni dell’anno servendosi di paragoni con le altre, rintracciando analogie e differenze di caratteristiche maggiori di ognuna.

Le stagioni scandiscono il nostro tempo

Il susseguirsi delle stagioni con i loro mutevoli colori scandiscono inesorabilmente il tempo che passa. Possiamo associare ogni stagione ai tre colori primari (blu, rosso e giallo). Ad esempio, l’autunno può essere rappresentato dal giallo, un colore caldo che ricorda le foglie che cadono o i frutti tipici di questo periodo. L’inverno si associa meglio al rosso che rimanda alle festività natalizie e al calore del fuoco. Il verde, invece, richiama alla mente la primavera e il rifiorire della natura. Infine l’estate può essere descritta col blu, colore acceso del mare e del cielo. Quindi, i colori forniscono una cornice per descrivere le caratteristiche della stagionalità e possono creare un senso di tranquillità e benessere.

Allenare l’orientamento temporale

Questa è un’attività che permette alla persona con demenza di riscoprire le stagioni, i loro colori e i loro ritmi. Certamente ciascuna con diverse caratteristiche che possono suscitare emozioni, sensazioni e ricordi. Questi ultimi stimolano la creatività e la fantasia, rafforzano la fiducia nelle proprie capacità espressive. Inoltre favoriscono la coordinazione oculo-manuale, memoria, attenzione e concentrazione. Ma soprattutto è un’attività che permette di allenare l’orientamento temporale. Ovvero la capacità di concentrarsi sulle informazioni per distinguere i giorni, le settimane, i mesi e gli anni e orientarsi rispetto allo specifico periodo dell’anno in cui ci si trova.

Buon lavoro!

Dott.ssa Roberta Sollo – Esperta d’Arte


Seguici sui nostri social