giovedì, Febbraio 22, 2024
AnzianiAnzianiDemenzaDisabilitàinformazioneTutte

Teniamoci Attivi – Ginnastica e demenza: sessione 6

Oggi per il programma Teniamoci Attivi, vi lasciamo una nuova sessione di ginnastica, come al solito adatta alle persone con demenza, con l’aggiunta di alcuni esercizi di equilibrio.

L’attività motoria di oggi si compone di una struttura classica:

  • Riscaldamento motorio e movimenti di allungamento
  • Una breve sessione dedicata ai movimenti del bacino e movimenti di allungamento del collo.
  • La parte successiva si concentra su esercizi di movimento per gli arti superiori e inferiori.
Organizzazione dell’attività

L’organizzazione complessiva delle attività di oggi,  non si discosta molto dalle precedenti. Per consentire la partecipazione efficace delle persone con demenza si utilizzano sempre delle necessarie accortezze:

  • lentezza nei movimenti.
  • spiegazioni semplici e chiare.

La presenza di Elisa, mia figlia, rende le attività più attraenti. Le persone con demenza, come tutte le persone anziane, amano molto la presenza di bambini. Credo che essere affiancato da mia figlia oltre ad essere una piacevole nota di colore, sia anche un elemento che rende maggiormente efficace l’attenzione delle persone con demenza.

Giochi di equilibrio

Oggi aggiungiamo giochi di equilibrio. Utilizzando un vassoio e dei bicchieri di carta lavoriamo sulle capacità di coordinazione dei movimenti necessari per trovare una sintonia di equilibrio con gli oggetti che maneggiamo.
Questa è una difficoltà che può essere presente nelle persone con demenza. Infatti, la tendenza all’immobilità, la rigidità dei movimenti che possono diventate poco armoniosi, si riflettono nella interazione con gli oggetti che le persone con demenza maneggiano. Queste capacità possono essere esercitate con dei semplici giochi.

Ho preferito utilizzare dei bicchieri vuoti, ma le attività proposte possono essere eseguite anche riempiendo i bicchieri con dell’acqua.

Buona ginnastica!

Buon lavoro e ricordate, le attività possono essere ripetute più volte durante la settimana. 

Dott. Guglielmo Colalillo, Fisioterapista


Seguici sui nostri social