giovedì, Aprile 25, 2024
AnzianiAnzianiDemenzaDisabilitàinformazioneIntegrazione socialeTutte

Teniamoci Attivi – Attività creativa e demenza: origami facile dipinto con finti acquerelli

L’aria diventa frizzante durante le nostre passeggiate e si cominciano a vedere i primi alberi in fiore. In questo periodo tutti abbiamo voglia di colore e leggerezza, dunque cerchiamo di ricreare questo panorama insieme ai nostri cari con demenza con l’attività di oggi: creare origami dipinti coi finti acquerelli a forma di farfalle. Cosa ne faremo? Dei segnaposto per ospiti speciali? Decorazioni per i capelli? Biglietti? O ne riempiremo tutto un muro? Inoltre sono un arredo perfetto per ogni angolo della casa, potremmo usare le decorazioni anche per rallegrare l’ambiente.

Come si svolge l’attività?

L’attività si articolerà in due fasi:

La prima fase sarà di decorazione della carta con “finti acquerelli” . Utilizzando i classici colori a spirito passati su una busta di plastica e poi bagnati si otterrà l’effetto acquerello. Un modo semplice e divertente per dipingere pur avendo materiali.

Mentre si attende l’asciugatura verrà spiegato come realizzare una farfalla origami. Verranno fatte alcune prove e una volta asciugati i fogli verranno realizzate le farfalle con i fogli decorati. E’ un’attività che si può svolgere in compagnia del proprio caro, da realizzare tutti insieme. L’idea di decorare la carta nasce dal desiderio di rendere il più personale possibile e diversificata la farfalla, che pur essendo un solo modello per tutti, cambierà identità sotto le mani di ogni singolo partecipante, non solo per le caratteristiche delle pieghe, ma anche per le personali decorazioni.

Cosa vuol dire origami?

L’Origami, da ORI “piegare”  e KAMI “carta”, è il nome di una tecnica giapponese che insegna a piegare un foglio di carta per creare, senza l’uso di forbici o colla, le forme più svariate: fiori, farfalle, cuori, modelli di animali, oggetti, figure geometriche e persino scatole per riporre gli oggetti e portafoto.  Quest’arte si diffuse come attività ricreativa popolare, permeando così la cultura giapponese. Oggi gli origami sono molto popolari in tutto il mondo.

Tutto ciò ha effetti positivi non solo per il nostro cervello che sarà pronto ad apprendere cose nuove, ma anche per il corpo che sarà meno teso e più rilassato.

Risorse semplici, grandi stimoli

La semplicità di risorse (foglio di carta e mani) può avere diverse implicazioni su molti livelli:creare un origami e utilizzare finti acquerelli può stimolare le abilità percettive e motorie del vostro caro con demenza,  ma anche esercitare la creatività, logica, abilità manuali e relazionali, la manualità fine e la coordinazione oculo-manuale, la memoria, la concentrazione e attenzione.

Simpatico e facile lavoro per realizzare elementi decorativi con semplicità e rapidità, perché non trasformare una stanza in un prato di inizio estate, attraversato da tanti voli colorati?

Dott.ssa Roberta Sollo – Esperta d’Arte
Dott.ssa Ilenia Carlino – Psicologa


Seguici sui nostri social