martedì, Luglio 23, 2024
AutismoDisabilitàEtà evolutivaEventiinformazioneIntegrazione socialeTutte

2 Aprile, Giornata mondiale dell’autismo: sosteniamo chi è in difficoltà

Oggi, 2 aprile è la giornata mondiale dell’autismo. Quest’anno però non possiamo onorare questa festa come siamo soliti fare a causa dell’emergenza che stiamo affrontando, che ci impedisce di seguire la nostra routine e di incontrare le persone a cui teniamo. Questo ha un forte impatto su di noi, ma riusciamo ad ogni modo a sostenerlo e a fronteggiarlo. Per le persone con autismo ciò non è per nulla scontato.

Le difficoltà in questo periodo

I bambini e adolescenti con autismo necessitano di continui stimoli, di mantenere una certa routine, di restare in contatto con le persone che le fanno stare bene e di mantenersi mentalmente e fisicamente attivi. In questo periodo di quarantena tutto diventa più difficile per ognuno di noi ma per loro può diventare insostenibile. Infatti, potrebbero avere difficoltà a capire e rispettare i divieti imposti dall’emergenza vedendosi così privati di tutte quelle attività che riuscivano a farli stare bene.

Autocertificazione e norme di sicurezza

In virtù di queste necessità speciali, il Governo ha infatti dichiarato che i bambini con autismo possono uscire accompagnati da un genitore, portando con sè l’autocertificazione e rispettando le norme di sicurezza, come mantenersi a un metro di distanza con le altre persone e indossare guanti e mascherine.

Il nastro azzurro come riconoscimento

Purtroppo, non tutti sono a conoscenza delle difficoltà che riportano le famiglie con bambini con disturbo dello spettro autistico e si finisce così per puntare il dito contro le persone che vediamo passeggiare liberamente. Per questo motivo, il Governo ha suggerito alle famiglie dei bambini con autismo di indossare durante le loro passeggiate un nastro azzurro per poter essere riconosciuti come persone che hanno una specifica necessità.

Tutti possiamo contribuire e dare sostegno

Oggi, durante la giornata mondiale dell’autismo, potremmo onorare questa festa esponendo sui nostri balconi un simbolo azzurro, come una sciarpa, uno striscione e magari aggiungere delle scritte che esprimono la nostra vicinanza e il nostro sostegno a queste famiglie.

Coinvolgimento e Link Utili: non fermiamoci!

Anche noi vogliamo esprimere il nostro sostegno per questa giornata mondiale dell’autismo, infatti abbiamo pensato di fornire dei link utili a tenere attivi e impegnati i bambini, ma anche a coinvolgerli in attività da fare con tutta la famiglia, che possono essere divertenti e allo stesso tempo utili per aumentare la condivisione con il genitore.

LINK UTILI

I LIBRI PER TUTTI un’Applicazione per favorire una lettura accessibile a tutti i bambini.

VIDEO IMITAZIONE è un gioco di imitazione da fare con un genitore.

MOTRICITÀ FINE – ATTIVITÀ IN CASA per allenare la motricità fine.

SLIME DA CREARE per realizzare lo “slime” insieme, un’attività ricreativa da fare insieme al genitore, che allena la motricità e l’attenzione.

PASTA DI SALE – IDEE per realizzare la pasta di sale insieme al genitore.

IDEE SU ATTIVITÀ DI APPRENDIMENTO (fare riferimento alla foto con cotton fioc colorati) gioco per allenare la coordinazione motoria e l’appaiamento di figure simili.

TAVOLA PER LA LOGICA (fare riferimento alla tavola numero 2) per allenare la logica e per le autonomie personali.

TERAPIA COGNITIVA E LINGUISTICA PER BAMBINI un’Applicazione/gioco per allenare il linguaggio e la cognizione.

PROGRAMMA AUTISMO (accedere alle sezioni: Centro Autismo e disturbi dello sviluppo Rimini, Centro autismo e Disturbi dello sviluppo Ravenna, Disabilità Intellettiva- Autismo adulti) per attività di vario genere da fare individualmente o insieme al genitore.

GIOCA E IMPARA CON DALLA LUNA gioco da realizzare insieme al genitore, utile per allenare la memoria.

Queste sono solo alcune delle attività che suggeriamo alle famiglie, attività che possono essere scandite nell’arco della giornata in modo tale da mantenere una routine e rendere le giornate più facilmente controllabili. Inoltre, bisogna sempre tener conto che ogni bambino è diverso, quindi può avere interessi e difficoltà diverse, ciò che infatti reputiamo davvero importante è che siano attività coinvolgenti, divertenti che possano incentivare la condivisione familiare.

Dottoresse in Psicologia:
Dott.ssa Sabrina De Filippis
Dott.ssa Marina DeiDott.ssa Rosamaria Satriano.


Seguici sui nostri social