mercoledì, Maggio 22, 2024
AnzianiAnzianiDemenzaDisabilitàinformazioneIntegrazione socialeTutte

Teniamoci Attivi – Attività creativa e demenza: disegnare un’opera d’arte insieme

L’attività creativa di oggi, pensata per il programma Teniamoci Attivi per persone con Alzheimer o altra demenza e i loro caregiver, si pone come obiettivo quello di cooperare e disegnare insieme un’opera d’arte.

Tutto ciò che occorre sono poche e semplici cose: un foglio bianco e qualche colore. Come un gioco basterà creare forme e linee a turno. Molto importante per questo gioco artistico è creare la giusta atmosfera utilizzando la musica come sottofondo.

  • La musica infatti favorirà un clima disteso e sereno che serve per poterci far trasportare dalle note e dai colori.
  • L’arte ha il potere di migliorare l’umore, farci assaporare il momento del presente.

Possiamo vivere la creatività in maniera attiva attraverso un gioco che può coinvolgere tutta la famiglia. L’esperienza che andiamo a proporre ha lo scopo di creare non solo cooperazione e collaborazione ma anche di stimolare la socializzazione e il linguaggio attraverso l’espressione di sé e delle proprie sensazioni, emozioni e pensieri dei cari ma anche i vostri, senza paura di sbagliare.

Disegnare le emozioni

Sembrerà di creare tante linee in movimento, dinamiche ed emotive che prenderanno vita grazie alle emozioni suscitate dalla musica e dalla vostra partecipazione. Creare un disegno insieme è un gioco artistico che rappresenta un momento di condivisione con il proprio caro, disegnare a turno sullo stesso foglio facendosi trasportare dalla musica e vedere alla fine cosa ne viene fuori, può essere anche molto divertente. Si crea un clima gioioso in cui avviene uno scambio di opinioni su ciò che si è creato insieme, è una sorta di dialogo disegnato, in cui ci si guarda, ci si sente in contatto, si osserva la carta e si prende coscienza che quel foglio appartiene a tutti e che rappresenta uno spazio comune, la condivisione.

Date un nome alla vostra opera!

Ogni opera che si rispetti necessita di un titolo che la identifichi. Dopo aver creato l’opera è importante restare a guardarla e verbalizzare le immagini che ne vengono fuori e le emozioni che suscita.
Cosa ci comunica? Per facilitare questo passaggio entra in gioco la seconda fase del gioco: dopo la parte creativa del disegnare, è importante scrivere su dei foglietti, insieme al vostro caro con demenza, le sensazioni e tutto ciò che vi viene in mente osservando la vostra opera d’arte. Accartocciateli e mescolateli. Poi ne pescherete uno a testa, sarà divertente scoprire quali strane parole si saranno associate. Sarà da queste parole che costruirete il titolo dell’opera.

Scegliete la musica giusta

Dunque, la musica rilassa, dà ritmo alla mano che disegna, è una forza narrativa. Quando la si ascolta visualizziamo paesaggi, gambe che corrono, pozzanghere, vortici e tanto altro, dall’orecchio alla mano ci regala sensazioni e forme che caratterizzano quel momento del presente.

Allora non resta che dirvi buon divertimento!

Dott.ssa Roberta Sollo – Esperta d’Arte

Dott.ssa Ilenia Carlino – Psicologa


Seguici sui nostri social