mercoledì, Febbraio 28, 2024
AnzianiAnzianiDemenzaDisabilitàinformazioneTutte

Teniamoci Attivi – Attività creativa e demenza: Vaso con bottiglia di pomodoro e giornale

Nell’attività creativa di oggi, per il programma Teniamoci Attivi pensato per le persone con Alzheimer o altra demenza e i loro caregivers, proponiamo di decorare una bottiglia di pomodoro utilizzando dei vecchi fogli di giornale. Le attività creative ci permettono di realizzare qualcosa da pochi e semplici oggetti. Mettere in pratica qualcosa di nuovo è particolarmente utile per il nostro benessere perché concretizza in maniera non verbale ciò che vogliamo esprimere e ci dona un senso di autostima che aumenta il buon umore. 

Come si compone l’attività

L’attività creativa di oggi consiste nel decorare un oggetto immediatamente utile, in questo caso trasformare una bottiglia in un vaso, che non ha bisogno di particolare precisione in fase di realizzazione, un lavoro semplice anche per chi vive una condizione di demenza.

In particolare l’attività si compone di diverse fasi:

  • il momento della ricerca dei materiali,
  • il momento della realizzazione
  • ed il momento dell’ammirazione di quanto fatto.
Ricerca dei materiali

La ricerca dei materiali da utilizzare è una fase preliminare che aiuta ad entrare nel vivo dell’attività. Importante in questo passaggio è accompagnare i vostri cari nella ricerca. Ad esempio dandogli l’idea di non gettare contenitori o bottiglie di vetro che normalmente riteniamo non essere utili. Il momento della realizzazione vera e proprio del prodotto è un momento importante non solo perché allena l’attenzione e la manualità fine ma anche perché ci permette di trascorrere del tempo con il nostro caro e di realizzare qualcosa insieme a lui. La collaborazione, la socializzazione e la comunicazione diventano così parte integrante del processo.

Parte finale

La fase finale, quella della conclusione del prodotto, è altrettanto importante. Questo è il momento in cui si ammira quanto fatto, se ne traggono i benefici perché ciò che avrete realizzato vi rende soddisfatti. È bene in questa fase accompagnare il vostro caro nella scelta di come utilizzare il vaso appena realizzato, potete suggerirgli di utilizzarlo come portafiori ed incitarlo a scegliere un posto della casa dove posizionarlo. Questo passaggio aiuta nell’orientamento spaziale domestico ed allena la capacità di scegliere e decidere in completa autonomia.

Colla vinilica e carta

Attività come questa, che includono l’utilizzo di colla e tanti pezzetti di carta potrebbero creare caos sul piano da lavoro, per questo il mio consiglio è di preparare i pezzettini di giornale insieme al vostro caro e di posizionarli in un contenitore che metterete a lato del tavolo. Cercate di avere tutto a portata di mano posizionando ogni elemento in un punto preciso. Ad esempio, la bottiglia di vetro al centro del piano e su un lato il contenitore con i pezzettini di carta e subito sotto un altro contenitore con la colla vinilica; sull’altro lato potete posizionare della carta assorbente nel caso la colla possa dare fastidio e quindi si senta la necessità di pulirla via.

Come preparare la colla vinilica

NON AVETE LA COLLA VINILICA? NESSUN PROBLEMA ABBIAMO LA SOLUZIONE!

La colla vinilica è facilmente reperibile al supermercato, ferramenta o cartolibreria ma se non l’avete in casa non è un problema! Con soli tre ingredienti facilmente reperibili e pochi minuti sarà pronta!

Ciò che occorre è:

  • 1 bicchiere di acqua
  • 1 cucchiaio di aceto bianco
  • Mezzo bicchiere di amido di mais o farina

In un pentolino mescolate gli ingredienti finché non saranno ben amalgamati. Posizionate il pentolino sul fuoco basso e mescolate finché non arriva ad ebollizione. La colla è pronta! Basterà attendere che raffreddi. La colla vinilica fatta in casa può essere conservata in un barattolo con coperchio, è atossica e fatta con ingredienti naturali.

Dott.ssa Roberta Sollo – Esperta d’Arte


Seguici sui nostri social