domenica, Giugno 23, 2024
AnzianiAnzianiDemenzaDisabilitàIntegrazione socialeTutte

Teniamoci Attivi – Laboratorio autonomie e demenza: preparare un dolce facile insieme

Preparare un dolce come momento di relazione e ricordi:

Preparare un dolce insieme ad una persona con demenza è un’attività che offre un momento di condivisione e svago con il vostro caro. Soprattutto se si prepara un dolce che fa parte della tradizione della famiglia, magari con una ricetta facile, oppure risalente alle proprie nonne, questa attività potrebbe riportare alla mente momenti felici della giovinezza del vostro caro con demenza. Dunque diventa veicolo di relazione e condivisione. Inoltre, l’atto di preparare un dolce per la famiglia farà sentire il vostro caro più utile, competente e autonomo. E poi, mangiare è un dolce è sempre legato ad un umore migliore, e dunque al benessere del vostro caro!

Come favorire la programmazione:

Preparare un dolce è un’attività utile sia per la manualità che all’attenzione, poiché in generale, c’è sempre bisogno di una buona dose di attenzione per sfornare un bel dolce. Inoltre permette di allenare le funzioni esecutive, tra cui rientrano la programmazione ( la capacità di ordinare le sequenze di azioni); il monitoraggio (la capacità di controllare continuamente ciò che stiamo facendo);  il controllo inibitorio (la capacità di inibire una risposta automatica a favore di una più adeguata al contesto).

In particolare, per favorire la programmazione:

  • È importante che questa attività sia scomposta in più passaggi, chiari e semplici per non creare confusione.
  • È consigliabile scrivere il procedimento e la ricetta su un foglio con caratteri grandi e frasi brevi, per facilitare sia la lettura che l’esecuzione.
  • Chiedere al vostro caro di preparare gli ingredienti, prendendone uno per volta, evita di confonderlo e lo accompagna a piccoli passi nello svolgimento del compito.
Rendere più semplice l’attività:

Qualora il vostro caro avesse delle difficoltà nel pesare gli ingredienti per il dolce è utile semplificare questo passaggio, così da rendere fattibile l’intera attività per la persona con demenza, aumentando il senso di autoefficacia, condivisione e il benessere complessivo. Si sentirà inoltre più autonomo e competente, condividendo un dolce con la sua famiglia. Per farlo vi consigliamo di adottare alcuni accorgimenti. Vediamo quali:

  • Utilizzare un bicchiere (o nel caso del dolce da noi proposto il vasetto dello yogurt) come unità di misura per gli ingredienti. Oppure scegliendo ricette che riportano quantità più gestibili, offrirà loro l’opportunità di fare anche questo passaggio, che potrebbe risultare più difficile, evitando la frustrazione e facendolo sentire più competente.
  • Posizionare dei bigliettini sul forno per impostare i gradi e il tempo di cottura è utile per indicare esattamente dove deve essere posizionata la manopola, superando anche i possibili problemi di vista. Inoltre la persona con demenza sarà capace di svolgere tutti i passaggi che occorrono alla preparazione del dolce fino all’ultimo, rendendolo più soddisfatto di sé e di conseguenza innalzando l’umore.

Allora cosa aspettate? Scegliete una ricetta facile come quella che trovate alla fine dell’articolo ad esempio e iniziate a fare un dolce insieme al vostro caro con  demenza! Questa attività è una buona occasione che gli permette di preparare qualcosa di goloso per tutta la famiglia e sentirsi utile e partecipe. Non vi resta che sfornare il dolce e mangiarlo!

Dottoresse in Psicologia:
Dott.ssa Sabrina De Filippis
Dott.ssa Marina DeiDott.ssa Rosamaria Satriano.


Seguici sui nostri social