martedì, Luglio 23, 2024
AnzianiAnzianiDemenzaDisabilitàinformazioneTutte

Teniamoci Attivi – Ginnastica Sessione 7: Coordinazione ed equilibrio nella persona con demenza

Durante questa sessione di ginnastica vedremo come la capacità di coordinazione del movimento è uno dei punti deboli nell’organizzazione motoria delle persone con demenza. In realtà chiedere a chiunque di effettuare prove di coordinazione del movimento, rivela spesso impacci e difficoltà. Questa è la dimostrazione che la coordinazione dei movimenti va esercitata, condizione valida non soltanto nelle persone con demenza ma per tutti.

Coordinazione del movimento

La coordinazione del movimento è alla base di attività tipicamente umane quali ad esempio suonare uno strumento musicale o anche ballare seguendo dei passi. La coordinazione dei movimenti consente alle persone di realizzare semplici azioni quotidiane come usare insieme forchetta e coltello con mano destra e sinistra. Tagliare un pezzo di carne nel piatto è un’azione coordinata tra due mani che compiono due gesti differenti. Anche infilare da soli un indumento necessità di agilità nelle articolazioni e azione combinata della mani nella realizzazione del gesto.

Per questo porre attenzione nella esecuzione di semplici esercizi di ginnastica e coordinazione è importante per le persone con demenza. L’attenzione dedicata ad un semplice esercizio può essere utile per consentire a mantenere attiva e rinforzare l’attenzione necessaria ad un azione quotidiana.

Gestione dell’equilibrio

Altro capitolo importante è la gestione dell’equilibrio del nostro corpo, didatticamente distinto in statico e dinamico. Il nostro corpo è in grado di mantenere una postura eretta antigravitaria senza la necessità d’appoggio. Il cammino senza necessità di appoggi è la manifestazione di una corretta gestione di un equilibrio dinamico.

La gestione della postura necessaria per il mantenimento di un equilibrio efficace può essere allenata ponendo un libro sul testa. Questo semplice elemento aggiuntivo determina la necessità di una gestione della postura che prevede anche il mantenimento dell’equilibrio del libro, mettendo in “allarme” i sensi.

Le persone con demenza possono trovare giovamento in un lavoro di controllo dell’equilibrio e di gestione della postura realizzato in modo divertente e coinvolgente.

Buon Lavoro.

Dott. Guglielmo Colalillo, Fisioterapista


Seguici sui nostri social