domenica, Aprile 21, 2024
AutismoDisabilitàEtà evolutivainformazioneIntegrazione socialeTutte

Autismo: tecniche di rilassamento attraverso esercizi per il corpo e lo yoga

Non è stato facile rimanere a casa tutto questo tempo a causa della diffusione del Covid-19. L’isolamento sociale ha portato tutti noi ad avvertire ansia, preoccupazione, agitazione e, in alcuni casi, angoscia. Particolarmente difficile è stato però per i bambini e gli adolescenti con disturbo dello spettro autistico. Abbiamo già sottolineato quanto sia importante ripristinare una routine quotidiana e quanto il lockdown, in alcuni casi, abbia influito negativamente sulla loro regolazione emotiva e comportamentale. Ma ancora più difficile è per loro esprimere i propri vissuti: noia, agitazione, tristezza, stress e ansia. Spesso infatti, avendo difficoltà nella comunicazione, i bambini e gli adolescenti con autismo ricorrono al canale comportamentale, mostrando attraverso il corpo i vissuti interni e, per questo motivo è necessario che trovi delle strategie per alleviare l’ansia, ritrovare il benessere interno, che promuovano il rilassamento dunque proprio esprimendosi col corpo, ad esempio attraverso il movimento o degli esercizi.

Lo yoga

Una delle possibili strategie è fare insieme al vostro bambino degli esercizi per il corpo che promuovano il rilassamento, adatti non solo a chi ha un disturbo come l’autismo ma a tutti i ragazzi. La cosa fondamentale è proporli sempre in forma ludica, utilizzando ad esempio tecniche derivanti dallo yoga, tecniche di respirazione, o attraverso il contatto corporeo. È importante svolgere gli esercizi insieme al vostro bambino perché attraverso l’imitazione il bambino riuscirà a farli più facilmente e, inoltre, trasmette una sensazione di benessere e pausa anche a voi! Rilassamento e movimento conducono ad una migliore modulazione delle proprie azioni e maggiori occasioni di reciprocità sociale con l’altro. Inoltre, si potrà esperire lo spazio del corpo e lo spazio intorno in diverse prospettive.

Momenti di contatto corporeo

Provate ad inserire nella giornata un momento di contatto attraverso il massaggio. Inseriamo questo momento come preparazione al rilassamento perché potrebbe favorire la regolazione e abbassare lo stress, ritrovare la tranquillità, oltre che, innalzare l’umore.

  • Usate una soluzione che renda le vostre mani più morbide (una crema, un olio o del talco) o anche profumate. Inizialmente, per qualche secondo, appoggiate le mani senza spostarle, poi lentamente massaggiate le braccia, la testa e le gambe ricordando di non fare una forte pressione e di fare movimenti lenti e circolari.
  • Potete usare anche l’ovatta un tessuto morbido per favorire il contatto.
Esercizi di respirazione

Potreste iniziare da alcuni esercizi di respirazione che favoriscono il rilassamento. In generale, ci si concentra sull’aria che entra ed esce, sulla pancia che si alza e si abbassa. Tuttavia, i bambini con autismo potrebbero avere dei problemi a concentrarsi su questa attività automatica, e per questo motivo è utile spostare la loro attenzione sulla respirazione attraverso dei giochi. Eccone alcuni:

  • Posizionandovi alzati l’uno di fronte all’altro, inspirate portando in alto le braccia fino ad unire le mani, poi espirate abbassando lentamente le braccia.
  • Mettetevi distesi su una superficie morbida e comoda, date al vostro bambino una macchinina e invitatelo a poggiarla sulla pancia. Osservate lo spostamento che fa attraverso il respiro e con stupore indicate il movimento: su e giù come se stesse percorrendo delle montagne!
  • Se il vostro bambino preferisce una sensazione visiva a quella tattile potreste disegnare su un cartoncino o un foglio delle montagne e chiedergli di respirare seguendo il percorso con il dito. Dunque, partendo dal basso l’aria riempie il pancino arriva in cima e scendendo l’aria inizia ad uscire. Il disegno delle montagne può dare un tempo al respiro, vi suggeriamo le prime volte di disegnarle più basse e meno larghe.
Giochiamo attraverso lo yoga

A questo punto, insieme al vostro bambino iniziate a fare degli esercizi di yoga, proponendoli come giochi, ponendovi uno di fronte all’altro per favorire l’imitazione. Vi indichiamo una serie di esercizi da fare, raggruppati in base alla posizione di partenza: alzato, sdraiato e seduto.

Posizioni da alzato
  • AQUILONE:
    allungate bene le braccia verso l’alto, come un girasole che si allunga verso il sole.
Da sdraiato
  • IL CAGNOLINO:
    si premono i palmi delle mani e dei piedi a terra sollevando il bacino, si assume la posizione del cagnolino quando si stiracchia.
  • L’AEREO:
    si poggiano i palmi delle mani a terra inarcando la schiena.
  • IL COBRA:
    sdraiati a testa in giù appoggiati sulle mani con i gomiti flessi.
Da seduto
  • LA FARFALLA:
    una volta seduti a terra con le gambe distese, si uniscono le piante dei piedi tenendole chiuse con le mani. Si muovono le ginocchia verso il basso come le ali di una farfalla, senza sforzare i muscoli. Questo esercizio permette di irrobustire la schiena e rilassare le anche.
  • IL FIORE:
    seduti a terra, si mantengono unite le piante dei piedi, aiutandosi con le mani. A questo punto, si può dondolare da una parte all’altra.
Giochi sensomotori

Oltre a questi esercizi, è possibile proporre altri esercizi più dinamici in cui si fa sperimentare il movimento e il corpo al proprio bambino da un’altra prospettiva.

  • Il gioco del rotolo: da stesi o alzati, prendete un plaid o un telo avvolgete lentamente il bambino nel telo e al via srotolate dolcemente il tessuto. Avvolgere e liberare il corpo da un telo può essere un occasione anche esperire non solo il movimento ma anche lo spazio del proprio corpo.
  • Il gioco del tappeto: invitate il bambino a sdraiarsi su un telo, prestiamo attenzione che non ci siamo oggetti o avvallamenti del pavimento, al via prendete un capo del telo e spostate il bambino trascinando il telo.
  • Il gioco dell’amaca: da fare con mamma e papà, prendete un lenzuolo resistente invitate il bambino a sdraiarsi. Mamma e papà prendono ciascun un’estremità del lenzuolo, lentamente alziamo e iniziamo a dondolare il lenzuolo. Insieme voi il bambino farà esperienza del lento o veloce dondolare, del telo chiuso e aperto, del suo andare dentro e fuori.
Divertitevi con lo yoga!

Per affrontare la situazione di emergenza da Covid-19, provate a proporre questi esercizi di rilassamento al vostro bambino o ragazzo con autismo. Questi solo soltanto alcuni degli esercizi tratti dallo yoga. Divertitevi a trovare e a provare esercizi nuovi.

L’importante è divertirsi e rilassarsi tutti insieme.

Di seguito vi segnaliamo due libri che propongono in modo divertente altre posizioni yoga:

Dottoresse in Psicologia:
Dott.ssa Angela Capasso
Dott.ssa Marina DeiDott.ssa Rosamaria Satriano.

 


Seguici sui nostri social