venerdì, Giugno 21, 2024
AnzianiAnzianiDemenzaDisabilitàinformazioneIntegrazione socialemusicaTutte

Teniamoci Attivi – Gioco musicale per persone con demenza: Completa la canzone

Oggi proponiamo per il programma teniamoci attivi, un nuovo gioco musicale molto semplice. Quello di questa settimana è un gioco che aiuta la persona con demenza, attraverso le canzoni, ad esercitare la funzione del linguaggio , oltre ad essere un momento musicale piacevole da passare in compagnia.
Infatti l’attività basa la sua efficacia su due elementi fondamentali:

  • la musica conosciuta, perché cantata più volte nel corso della propria vita o con testi universalmente conosciuti;
  • e la relazione con l’altro, l’elemento centrale della vita di ogni individuo.
Musica e facoltà cognitive

L’attività di oggi infatti attiva su più livelli facoltà cognitive,  come la memoria, il linguaggio, la rievocazione. Attiva inoltre aspetti più emotivi del cantare una canzone insieme, legati al benessere e alla relazione con l’altro.
Un ulteriore elemento su cui ci siamo concentrati nel definire questo gioco musicale è la sua semplicità e immediatezza.

Frequentemente persone che vivono e dedicano cure ad una persona con demenza trovano numerose difficoltà nel proporre attività che possano essere interessanti, stimolanti e utili. Ancor di più diventa complesso se la preparazione di giochi e attività impiega del tempo che potrebbe essere invece impiegato nella relazione stessa con la persona.

In cosa consiste l’attività

L’attività che proponiamo oggi segue questo principio di immediatezza, rispetto ad altre che magari hanno richiesto un po’ più di impegno da parte del caregiver. Infatti essa dedica gran parte del tempo all’attività stessa piuttosto che alla sua preparazione.

È dunque un gioco molto semplice da realizzare che favorisce uno spazio relazionale molto forte ma soprattutto in una dinamica ludica. Almeno una volta nella vita ognuno di noi ha giocato a completare testi di canzoni celebri, magari abbassando al minimo il volume della radio in auto per poi alzarlo improvvisamente e vedere se eravamo riusciti a mantenere il tempo giusto della canzone.
Questo gioco consente semplicemente attraverso il canto e l’ascolto delle canzoni che più piacciono al nostro caro con demenza, non soltanto di allenare il linguaggio, ma anche altre funzioni cognitive come:

  • La memoria dichiarativa(o memoria esplicita). Si tratta di un tipo di memoria accessibile alla consapevolezza che può essere richiamata alla mente verbalmente o non verbalmente. Più precisamente opera su una forma di memoria detta semantica, cioè la parte della memoria che riguarda le conoscenze generali sul mondo, per esempio il prezzo di un oggetto, il presidente della Repubblica Italiana, il testo di una canzone.
  • Il linguaggio e la fluenza verbale grazie al cantare le parole di un testo, utilizzando anche parole che magari non si usano nel quotidiano.
  • L’attenzione è fondamentale perché i numerosi stimoli di pausa, stop, continuare a cantare possano essere seguiti in maniera immediata.

Queste sono alcune delle facoltà più importanti che un gioco semplice può stimolare.

Migliorare l’umore

In questo tipo di giochi, come sempre il nostro consiglio è di porsi in un’ottica rilassata, ossia tralasciando l’idea dell’allenamento delle funzioni cognitive a tutti i costi. Così facendo, un gioco del genere diventa ancor più efficace perché la serenità con cui anche il caregiver prenderà questa semplice attività agirà anche sul tono dell’umore del proprio caro con demenza e sulla sua propensione alla partecipazione.

Giocare trascorrendo del tempo insieme

Il ruolo fondamentale di queste attività è infatti proprio questo: giocare e passare del tempo insieme. Stare insieme infatti è la più importante dimensione che consente alla persona con demenza ed ai propri familiari di lasciare indietro per un lasso di tempo breve ciò che riguarda le difficoltà di vivere questa condizione. Di conseguenza consente di recuperare un tempo allegro, sano, gioioso, sereno, fondamentale per infondere fiducia e per sentirsi accolti e amati da chi ci sta intorno.

Dott. Agostino Borroso – Musicoterapeuta, Dottore in Psicologia
Dott.ssa Martina Scognamiglio – Musicoterapista


Seguici sui nostri social

Per la playlist Canzoni Preferite Caffè Alzheimer, utile per avere spunti sulle canzoni da ascoltare per questo gioco, clicca sul pulsante rosso.